10 IDEE GREEN PER UNO STILE DI VITA SOSTENIBILE

La questione ambientale è un argomento ormai al centro dell’attenzione in quanto di rilevante importanza. Ogni giorno, infatti, leggiamo notizie allarmanti in relazione all’inquinamento del nostro Pianeta ed al surriscaldamento globale.  

Adottare uno stile di vita più sostenibile è dunque fondamentale non solo per contrastare i cambiamenti climatici, ma anche per migliorare la qualità della nostra vita.

Ecco alcuni accorgimenti che possiamo adottare nel nostro quotidiano per ridurre l’impatto ambientale: 

1. MOBILITÀ SOSTENIBILE

La mobilità sostenibile è il primo impegno verso l’ambiente che noi di Ones Moving prendiamo. Il nostro obiettivo è infatti quello di incentivare alternative più economiche, sane e sostenibili alla macchina. Per andare al lavoro o per muoversi in città è preferibile spostarsi a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Persino per ricoprire distanze più lunghe è conveniente sia economicamente che dal punto di vista ambientale ricorrere a mezzi come treni e corriere anche, quando possibile, in sostituzione agli aerei. Il traffico aereo comporta infatti una quantità di emissioni di CO2 per passeggero sei volte superiore ad un’auto. Gli aerei sono il mezzo di trasporto più inquinante.

2. COMPRARE MENO E MEGLIO

Quante volte capita di acquistare capi che vengono poi dimenticati nell’armadio? Pensare bene prima dell’acquisto così da comporre un guardaroba di pezzi essenziali è il primo passo per evitare questo tipo di spreco. Comprare vintage o prediligere brand eco-friendly o anche affittare vestiti e accessori per le occasioni speciali sono altre scelte a favore della sostenibilità. Per liberare l’armadio si possono invece rivendere o donare i vestiti inutilizzati oppure riadattare i tessuti; ad esempio delle vecchie magliette possono diventare stracci o canovacci per la cucina. Sapevate che dagli scarti dell’industria agrumicola è possibile ricavare una fibra tessile simile alla seta? O che recuperando la buccia di mela si può creare una fibra simile alla pelle? Le aziende italiane Orange Fiber e Womsh hanno brevettato questi incredibili tessuti sostenibili. 

3. ALIMENTAZIONE

L’alimentazione riveste un ruolo fondamentale nel campo della sostenibilità. Sebbene passare ad una dieta vegetariana sia una scelta impegnativa, è l’alternativa più ecosostenibile. La si può approcciare gradualmente riducendo innanzitutto il consumo di carne, mangiando più pesce possibilmente di allevamento e favorendo prodotti locali e di stagione freschi. Così facendo si contribuisce a diminuire le emissioni di CO2 causate dai trasporti e soprattutto dalla produzione di prodotti animali. Gli allevamenti intensivi sono infatti responsabili per oltre il 15% dell’inquinamento in Italia.

4. NON FUMARE

Più facile a dirsi che a farsi, ma smettere di fumare favorisce sia la salute personale che quella ambientale. Il fumo infatti inquina l’aria, i mozziconi contaminano i mari ed il suolo e le coltivazioni di tabacco sottraggono terreni alle coltivazioni agricole. Si calcola che le sigarette siano responsabili per lo 0,2% delle emissioni di CO2 globali e che i mozziconi costituiscano il 40% dei rifiuti nel Mediterraneo.

5. UTENSILI IN MATERIALI SOSTENIBILI

In cucina si possono favorire utensili in legno e panni in cera d’ape come quelli dell’azienda Apepak italiana per conservare frutta e verdura in alternativa alla pellicola e all’alluminio; in bagno spazzole e pettini in legno, spazzolini in bamboo e panni in microfibra alternativi ai dischi di cotone.

6. STOP ALLA PLASTICA MONOUSO

Non ci sono più scuse, esiste un’alternativa green per tutto! I prodotti in plastica sono facilmente sostituibili con prodotti ricaricabili e riutilizzabili. Ad esempio, è fondamentale eliminare bottiglie e cannucce di plastica, come? Utilizzando quelle in acciaio inox facilmente lavabili e caraffe apposite per filtrare l’acqua di rubinetto. Per fare la spesa è possibile usare borse in tela o riutilizzare i sacchetti già comprati. Ancora, è preferibile passare a prodotti come saponi e detersivi solidi o acquistarli sfusi e riempire vecchi contenitori. Circa 700 specie animali anche a rischio estinzione sono state colpite in qualche modo dalla plastica.

7. RACCOLTA DIFFERENZIATA

Per quanto faticosa possa sembrare è assolutamente necessaria. Qualora il vostro comune non l’abbia ancora imposta, sarebbe preferibile attivarsi per far sì che venga applicata. Alla lunga infatti comporta benefici per l’ambiente e dunque anche per noi. Ad oggi in Italia solo il 55,5% dei rifiuti viene differenziato.

8. NON SPRECARE ACQUA

Un insegnamento che si apprende già alle elementari: limitare l’utilizzo dell’acqua al minimo indispensabile mentre ci si lava o si pulisce aiuta a prevenire gli sprechi. Fare il bagno in una vasca per esempio porta ad un consumo di acqua ben quattro volte superiore ad una doccia.

9. NON SPRECARE ENERGIA

Spegnere i dispositivi in stand-by, staccare dalle prese i cavi per la ricarica inutilizzati ed acquistare elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico sono tutte abitudini che fanno la differenza. Solo in Europa con lo stand-by viene sprecato l’11% dell’elettricità che provoca emissioni di CO2 per 3,6 milioni di tonnellate.

10. ESSERE CIRCONDATI DA PIANTE

Riempire le proprie case ed i propri giardini di piante e alberi è la miglior soluzione per aiutarci a respirare meglio. Alcune piante consigliate per gli appartamenti in quanto ideali per purificare l’aria sono il Pothos, lo Spatafillo, l’edera e l’Hoya kerrii.